Loading...
itfresen

Pali per viticoltura

pali per la viticoltura stanno alla vite come il tronco ai rami: infatti è dalla loro impostazione e dall’uso di accessori adeguati che si migliora la resa dei vigneti.

Pali per viticoltura: essenziali nella cura dei vitigni

La viticoltura comprende l’insieme delle tecniche che prevede la coltivazione delle viti (da tavola e da vino) e inizia dall’innesto delle barbatelle su tutori fino alla crescita della pianta vera e propria che si compone di due parti:

  • l’apparato epigeo: comprende foglie, tralci e fusto, ovvero la vegetazione che si trova al di sopra del terreno
  • l’apparato ipogeo: la parte della pianta con la funzione di ancoraggio al terreno e assorbimento delle sostanze nutritive.

 

I cicli vitali della pianta

La vite ha 2 cicli biologici:

  • uno vitale che corrisponde alle varie età della pianta, cioè giovane (dal 1° al 3° anno), adulta (dal 4° al 25° anno) e vecchia (oltre i trent’anni)
  • uno annuale che è rappresentato dalle fasi che si susseguono anno dopo anno in relazione alla crescita della pianta. Durante la fase di dormienza iniziale la linfa vitale va dalle radici alle foglie, si passa, poi ad uno stato vegetativo di germogliamento e infine alla fase riproduttiva che raggiunge la maturazione verso settembre-ottobre.

Solitamente l’anno successivo alla messa in dimora della pianta vengono installati i pali per viticoltura, che garantiscono alla vite robustezza, durata e stabilità. Il catalogo Polimetal comprende varie soluzioni di pali per viticolturapali zincati, in acciaio, in ferro e altro ancora.

TOP